#iubenda-pp-overlay {z-index: 100000!important;} #iubenda-pp {z-index: 100001!important;}
Home » Incredibol news » LAVORO IN MOVIMENTO. Lo sguardo della videocamera sul comportamento sociale ed economico. Mostra a cura di Urs Stahel.

LAVORO IN MOVIMENTO. Lo sguardo della videocamera sul comportamento sociale ed economico. Mostra a cura di Urs Stahel.

La Fondazione MAST presenta per la prima volta dalla sua apertura un progetto espositivo interamente dedicato all’immagine in movimento attraverso 18 opere di 14 artisti da tutto il mondo, per esplorare il lavoro attraverso l’arte e le sue contaminazioni visive.

Ma se finora il racconto dell’industria e del lavoro era stato affidato alla narrazione fotografica, in questa mostra sono i video a condurre il percorso visivo all’interno delle sale espositive del MAST.

Il movimento è cambiamento, evoluzione, rottura.
La trasformazione avviene costantemente nell’universo del lavoro, inteso nella molteplicità dei suoi aspetti, dall’attività artigianale di un singolo individuo alla produzione di massa, dal lavoro umano a quello robotizzato, dalla fornitura di energia a quella di beni e servizi high-tech….
L’occhio della videocamera svela realtà produttive semideserte, perchè oggi completamente digitalizzate, stabilimenti abbandonati, oppure macchine che lavorano senza sosta nel rumore assordante o nel silenzio più completo.
La straordinaria rapidità dello sviluppo tecnologico ci lascia disorientati e crea stupore, insicurezza anche angoscia nell’individuo in primis e in intere categorie professionali.

Come sarà il lavoro nel futuro? Quali dinamiche avremo, tra le dimensioni locali e globali, tra intelligenza artificiale e essere umano, tra ricchi e poveri? Come saranno le città del futuro? Come si evolverà il problema dello smaltimento dei rifiuti?
Questi e tanti altri interrogativi ci pongono gli artisti, in un percorso dove ogni video è una galassia rispetto al tutto, in quanto ha valore autonomo ma trova il suo compimento nella relazione con le altre opere.
Ogni visitatore dovrà trovare un ritmo personalizzato, forse più lento rispetto alla norma: solo così potrà cogliere a fondo tutta l’intensità, la drammaticità e la ricchezza di queste immagini, anch’esse in continuo movimento.

Dove: al MAST  (via Speranza 42, Bologna)

Orari: dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19 fino al 17 aprile 2017

Ingresso: gratuito

Scopri di più

X