Regione Emilia-Romagna: bando per l'imprenditoria femminile

Il bando scade il 28 mar 2023

Il bando offre contributi a fondo perduto a favore di piccole e medie imprese, compresi consorzi e società cooperative per favorire la crescita dell’iniziativa imprenditoriale femminile. 

Con una dotazione finanziaria complessiva di 3 milioni di euro verranno erogati contributi a fondo perduto per un massimo di 80mila euro per la crescita e lo sviluppo delle PMI.

Destinatari:

Possono presentare domanda di contributo piccole e medie imprese, a prevalente partecipazione femminile, così individuate:

  • le imprese individuali in cui titolare sia una donna
  • le società di persone e le società cooperative il cui numero di socie rappresenti almeno il 60% di componenti la compagine sociale, indipendentemente dalle quote di capitale detenute
  • le società di capitali in cui le donne detengano almeno i due terzi delle quote di capitale e costituiscano almeno i due terzi del totale dei componenti dell’organo di amministrazione.

Caratteristiche degli interventi:

Sono finanziabili tramite il presente bando gli interventi da realizzare sul territorio regionale a favore della crescita e del consolidamento dell’imprenditoria femminile. Tali interventi dovranno essere rivolti ad aumentare la competitività e la qualità delle imprese gestite da donne, ed evidenziare, ove possibile, lo stretto legame tra le pari opportunità, il business aziendale e la qualità del lavoro.

 

Scadenza:

Le domande di contributo dovranno essere trasmesse alla Regione tramite applicativo web Sfinge 2020 dalle ore 10.00 del giorno 24 febbraio 2023 alle ore 13.00 del giorno 28 marzo 2023. Si procederà alla chiusura anticipata della suddetta finestra al raggiungimento di un numero massimo di 300 domande presentate.

 

Per maggiori informazioni e per scaricare il bando cliccare QUI